Esistono due gruppi di persone: chi AMA l’Africa e chi NO.

 

Chi ama l’Africa, come me,  sa quanto è difficile non pensarci, dimenticare i sorrisi, dimenticare la terra che fa vibrare il nostro cuore di emozioni.
Chi NON SOPPORTA l’Africa è semplicemente é perché non ci è mai stato oppure non è capace ad adattarsi. Ma andiamo con ordine.

L’Africa fa paura causa i mass-media. Associano l’Africa a guerre, guerriglie, lotti continue, malattie e povertà, tanta. Ma i media non sanno che l’Africa è più ricca dell’Europa.

L’Africa é senza acqua ma è piena di sorrisi,
L’Africa é malattie, ma piena di umanità,
L’Africa é guerra, ma la gente ha una pace interiore assoluta,
L’Africa é fatica, ma sempre con allegria,
L’Africa é la mamma di tutti,
L’Africa é la base di tutto ciò che esiste sulla terra, ma con tutte queste tecnologie abbiamo dimenticato,
L’Africa, quella vera è vita.

I media dovrebbero smetterla di sparare a mille su un continente che non conoscono.
Ci allarmano per la febbre gialla,
Ci allarmano perché un africano ha compiuto chissà cosa,
Ci allarmano perché gli africani sbarcano in Italia.

Ci dovrebbero dire che la SICUREZZA NON ESISTE PIU NEMMENO in ITALIA, invece sparano spesso bugie sul continente Africano.

Io mi sono sentita spesso in pericolo ad esempio in Stazione Centrale a Milano e mai in Africa durante i miei viaggi!

Molte persone associano l’Africa ai bambini senza cibo oppure al resort 5 stelle nel bel mezzo del Masaimara, ma in pochissimi associano l’Africa agli Africani, al loro cuore, a mio che ti donano, mentre tu sei impegnato a “criticare” come si vestono  o se mangiano con le mani.
Molti associano invece l’Africa ad associazioni di volontariato, che in molti casi, fanno più danni che aiutare davvero chi ne ha bisogno, perché come spesso accade il ricavato delle raccolte arriva solo IN PARTE A DESTINAZIONE.  Ecco perché nel mio viaggio in Togo ho voluto dare tutta me stessa a Maison Sans Frontières: Susanna, la creatrice di tutto questo vive per i suoi bambini, qui si percepisce amore prima di tutto.

Io&julienne

Io&julienne

Chi ha viaggiato in Africa lo sa.. la parola d’ordine é: adattarsi. Sto parlando di viaggi low-cost, viaggi veri.
Se parliamo di 5stelle, tutto cambia. Ma questo anche in Asia.
Adattarsi a mangiare con le mani,
Adattarsi al caldo,
Adattarsi a non far la doccia perché magari non c’è acqua,
oppure far la doccia al buio perché senza elettricità,
Adattarsi ad essere accolti da un paese a braccia aperte,
Adattarsi a dormire ovunque, magari con qualche piccolo animaletto,
Adattarsi a non avere nessun lusso, tranne l’umanità.

 

E tu, perché hai paura dell’Africa? Cosa ti impedisce di visitare un paese cosi….. speciale?

 

 

 

Commenti

commenti

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi