Il fuoco..amici..

Terminato il pomeriggio, i pipistrelli sono passati, il sole inizia a giocare a nascondino, mi ritrovo attorno al fuoco a chiacchierare in maniera cosi semplice ma unica con i ragazzi che si occupano del giardino a casa. Sotto il cielo stellato, i bimbi che giocano prima della cena, noi, volontari in attesa della doccia serale mi è sembrato tutto cosi..speciale. Unico. Un momento pieno di umanità.

Beh, che io sia ancora giovane (soprattutto nel mio cervello), il mio cuore ha la forma dell’eterno PeterPan, ma 8 anni in meno sono tanti eh ;).

Questo attimo mi ha fatto venire in mente (per la seconda volta in verità) che quest’anno il compleanno e il Natale lo festeggerò qui, lontano da casa, lontano dagli amici e dalle solite comodità di sempre.

L’ho sempre desiderato.

Quando ero fidanzata avrei tanto voluto decollare da Malpensa con il piumino ed atterrare in infradito, mi sembrava una cosa cosi strana, ma non ho trovato i giusti incastri per farlo.

Ho sempre voluto festeggiare il mio compleanno al caldo con i miei amici.
Per i miei 30 anni volevo organizzare un weekend lungo a NEWYORK (si, una pazzia), ma nessuno dei miei amici sarebbe venuto. Ci ho rinunciato. Volevo gli amici, il viaggio lo avrei rimandato.

Quest’anno lo festeggerò qui, in Togo con 11 pulcini e i volontari che arriveranno: Francesca, Giorgia etc etc.. sarà un super compleanno e un supernatale, condito da tanta felicita, sorrisi e umanità.

Commenti

commenti

A proposito dell'autore

Post correlati