6 lettere: BORNEO.

BORN in inglese significa NATO.
EO posso imaginare non significhi nulla, ma a mio avviso significa QUI.
Questa è la mia traduzione dopo giorni passati qui. Nel nulla.
Volando su questo splendido paese si vedono solo chiazze verdi enormi interrotte da fiumi o rive.
Gli aeroporti mignon.
La gente molto amichevole.
Spesso in questi giorni ho pensato che, forse proveniamo tutti da una jungla, dalle radici di qualche albero disperso in qualsiasi foresta del mondo.
mulu national park

                          

Una settimana in Borneo..4 giorni intensi nella giungla, per capire quanto sia riappacificante, rilassante e unico camminare in mezzo ad alberi secolari. Senza connessioni con l’esterno. Senza rete, senza nulla.
Solo libri, verde, natura, animali  e altre persone con le quali condividere questa fantastica esperienza.
In questi giorni, spesso ho avuto modo di pensare a quanto sono fortunata ad essere qui, in mezzo al nulla, ma in mezzo a tutto ciò che mi serve per ritrovare il mio equilibrio, la mia pace.
E’  cosi semplice qui tornare ad essere bambini: basta una compagna di stanza pazza come te, chiacchiere con gli alberi, con i fiori e con i vari insetti che trovi sul tuo cammino e il gioco è fatto.
Fermarti, ascoltare il verso di un animale, cercare di indovinare cos’è, cercare di indovinare quanto distante è, quanto grosso è  e poi fermare la prima guida che arrivava verso di te e chiedergli tutte queste informazioni.
Fermarti di fianco ad una casetta di legno dove vedi miliardi di farfalle. Sperare di riuscire a fotografarne una ed emozionarsi non appena una, poi due si appoggiano su di te.
Cercare di indovinare l’età di una pianta enorme di fronte a te, e poi fermare altri visitatori per confrontarsi.. e poi la guida per la soluzione.
Entri in un National Park e sei circondato da enormi alberi con possenti radici, enormi farfalle, insetti giganti.
Tutto sembra essere cresciuto troppo, tranne io che mi emoziono ancora quando mi fermo nella jungla e ascolto per qualche minuto i versi degli animali intorno, guardò il cielo blu e il verde intorno.
Tutto sembra enorme, tranne te che ti emoziono ancora sul canopy tour, come una bambina ti senti così libera e felice tra un albero e l’altro, in vetta al mondo.
Tutto così grande, che non riesci  a capacitarti di quanto gli esseri umani siano così piccoli davanti alla natura.
Il Borneo è ASCOLTARE il consiglio di altri viaggiatori zaino in spalla e fidarsi, esplorare la più piccola cava della Malesia ma la più bella. La più grande cava in Mulu, con il passaggio più grande al mondo.
Gradini, passaggi al buio, camminate con la torcia, piedi sempre umidi, odore di bagnato ovunque e per finire puzza di cacca di pipistrello impressionante nella cava più grande; nel tardo pomeriggio godersi la migrazione giornaliera di pipistrelli. Tutto questo non ha prezzo.
Il Borneo è  ATTRAVERSARE  il fiume, passare tra villaggi, longhouses, avere la possibilità di chiacchierare con la gente locale e capire che in una casa vivono 10 persone, che lo stato offre loro una casa con un tetto, che per mangiare devono vendere gioielli o manufatti ai turisti.
Attraversare il fiume è anche contemplazione di paesaggi magnifici, alberi che si riflettono nell’acqua e liane che toccano la tua testa al passaggio, tronchi in mezzo al passaggio, e scalini ricoperti di muschio.
Il Borneo è OSSERVARE la vegetazione dall’alto, camminando su un Canopy Skywalk (un tunnel sospeso). 480 mt del più grande passaggio tra alberi. Sempre in bilico, nulla di stabile, nulla di sicuro. Questo è stato uno dei momenti più belli ed emozionanti, non tanto per quello che stavo facendo ma per l’emozione che provavo. Nulla di certo, nulla di stabile ed io felice. Non c’è nulla di più bello che la felicità che mi regala l’insicurezza. Anche lassù, sospesa tra un albero e l’altro, senza paura ma con la voglia di vedere cosa mi aspetta oltre, oltre questa passeggiata, oltre quel tronco, oltre questo sogno.
Qui dove tutto é enorme.

In Borneo ho scoperto l’esistenza di animali con la barba, il naso lungo, scimmie con la faccia a forma di pancake, insetti di ogni genere, ragni giganti, serpenti lunghissimi, farfalle arcobaleno.

Il Borneo.. Il centro del mondo. Pozzo di immaginazione. Vita. Eccezione. Energia.

Il Borneo è STUPIRSI davanti ad un ORANGO TANGO in totale libertà in un parco. Di come può essere simile ad un umano. Cammina come un umano, usa le mani come noi, spaccale noci di cocco meglio di noi, le mastica con la sua super “dentiera” affilata.

I tramonti Africani, il deserto,i parchi Namibiani, la natura del Laos, e ora del Borneo hanno in comune un aggettivo unico: La natura perfetta.

Commenti

commenti

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi